Age of Conan: il mmorpg che rompe gli schemi.

CVG Prewiev apparsa su CVG il 3 Luglio 2007.

Funcom sta prendendo un martello da guerra per “spaccare” alle convention di mmorpg fondendo, nel suo ultimo progetto, elementi riservati ai giochi single player con quelli più tradizionali, sviluppando le caratteristiche del genere.

Inizialmente questa fusione passa per il sistema di combattimento real-time del gioco, inoltre lo sviluppo è anche influenzato da esperienze pregresse come Dreamfall, per rendere più reali e aggiungere colore all’interazione con i PNG e le quest. Questo include un sistema di IA dinamico per i PNG simile all’intelligenza artificiale Radiant di Oblivion.

Di fatto impiegherete una buona parte del tempo fino al livello 20 giocando da soli (e gli sviluppatori assicurano che sarà possibile giocare fino al cap. del livello 80 praticamente in solo). Ma è questo sistema di combattimento mai visto nei mmorpg, che fa notizia. Il mondo di Age of Conan è oscuro con un’ambientazione adulta, che si riflette nella creazione artistica. Questo è il polveroso e brutale Conan. E’ certamente qualcosa che cattura l’occhio; prima facendo alzare le sopraciglia per la qualità di una città brulicante mentre in un altro momento è a causa delle prospettive enormi che si incontrano lungo magnifiche montagne coperte di neve, che si forma un nodo alla gola.

Il mondo di Hyboria si presenta ai giocatori come spezzato in diverse zone, quindi non perfettamente come un mondo di gioco. Parte dei motivi è consentire a Funcom di raggiungere per ogni zona lo stesso livello di dettaglio ambientale che avete visto negli screenshoot e nei filmati, in successive fasi di sviluppo si vuole utilizzare le aree da tutta Hyboria senza dover spezzare la continuità del mondo.

“Per viaggiare a piedi dalla Cimmeria alla Stygia potrebbero occorrere settimane se non mesi. Così noi stiamo usando pezzi o parti del mondo, e invece di un viaggio perfetto tra queste aree, voi piuttosto viaggerete veloce” (NdT: credo che si riferisca ai caricamenti tra regioni di gioco) il capo produzione Erling Ellingsen ci ha detto così.

Le avventure Hiboriane cominciano presso l’isola di Tortage, una capocchia di spillo di isola della mappa del mondo che è rimpicciolita al continente principale. Voi rimarrete qua fino al livello 20. Non si sceglie la classe all’inizio del gioco, comunque vi è richiesto di scegliere l’archetipo: soldato, sacerdote, mago o ladro, quando raggiungerete il livello 5. La vostra classe sarà definitivamente scelta solo al livello 20. Ora discutiamo del sistema di combattimento dinamico di Age of Conan, dove Funcom sta facendo il più grande salto di qualità rispetto ai mmorpg più convenzionali. Sembra somigliare a un sistema tipico del gioco d’azione fantasy in single player. Via la tradizionale barra di icone e il punta e clicca tipico di questi giochi, e non c’è nulla tipo “attacco automatico”. Ogni tasto che premete è un colpo di arma, o un passo di fianco o schivata.

Il targeting funziona online con una certa approssimazione (comunque, c’è una opzione per far si che un nemico sia target primario e l’abilità di assegnare indici a gruppi di bersagli). I tasti WASD sono utilizzati per muoversi avanti e indietro, spostarsi lateralmente a destra e a sinistra, mentre i tasti Q e E rispettivamente per attacchi a sinistra e destra, 1, 2 e 3 sono usati per i colpi nelle altre direzioni, con ogni direzione d’attacco rappresentata in una rosa da combattimento sull’HUD che è diviso a sua volta in 5 segmenti. Di conseguenza è possibile colpire obiettivi multipli con un singolo colpo ad area.

Rispetto agli attacchi speciali, che per esempio si possono vedere in Warcraft, qui abbiamo delle combo che si guadagnano salendo di livello. Funzionano in modo simile a un picchiaduro, le combo sono attivate da una sequenza di tasti da premere. Le prime combo influenzano l’incremento del danno o il danno nel tempo, mentre le combo di livello più elevato, in accordo con la violenza del mondo di Conan, consentono di staccare arti e decapitare i nemici in un bagno di sangue. Con tutto ciò è innovativo questo sistema di combattimento corpo a corpo per il genere MMORPG, però siamo sorpresi di sapere che non ci saranno parate nel gioco. Ellingsen ha spiegato che “parare in modo dinamico” in un MMORPG, come si può vedere in un gioco single player, non è di fatto possibile allo stato attuale della tecnologia.

“Inoltre” ha continuato “ noi vogliamo che Age of Conan sia un mix tra le abilità del personaggio e le capacità del giocatore, e crediamo che le parate in real time possano rovinare questo. Inoltre, bloccare un colpo o pararlo è tra le cose più difficili da calcolare come negli altri MMORPG”.

Parlando ancora un po’ riguardo alla difesa, ha aggiunto che: “ Equipaggiarsi con scudo, per esempio, darà maggiori possibilità che la parata avvenga. Inoltre abbiamo un sistema che consente di scegliere quale sia la parte del corpo da proteggere di più!” Tutto questo suona molto bene sulla carta, vero? Ma com’è in pratica? Mentre il solido del combattente ha belle animazioni e chiari effetti di spruzzate di sangue come quando le armi incontrano la carne, il sistema di combattimento risulta essere un po’ goffo a un primo sguardo, e la goffaggine aumenta quando si combattono molti nemici.

Questo deriva in buona parte anche dal sistema di controllo, che costringe la vostra mano sinistra a controllare i tasti sia per il movimento che per l’attacco che per le combo, mentre la destra viene utilizzata per ruotare la visuale. Tutto il rispetto per la Funcom che sta cercando di dare una botta di novità al sistema dei MMORPG, ma allo stato attuale dei lavori il risultato è qualcosa di non completamente intuitivo e di difficile accessibilità. Le impressioni iniziali ci hanno lasciati con alcune riserve in merito al sistema di combattimento, sebbene per adesso siamo disposti a tenere la mente aperta; per la verità è tuttavia una caratteristica che stanno migliorando e destinata a un ulteriore sviluppo.

Potevamo omettere gli incantesimi? Allora, questi si posizionano nel mezzo rispetto alla consuetudine e al sistema di combattimento di AoC. Coloro che dominano le arti arcane possono combattere a corpo a corpo e riceve le combo, ma perché spingere un pugnale gracile in una faccia al nemico quando si può devastarli con un incantesimo di fuoco ad area?

Come di consueto gli incantesimi sono trascinati sopra una hotbar e lanciati da questa, ma impiegando per la mira lo stesso sistema del corpo a corpo. Difficile? Di sicuro, il dubbio ci ha preso anche domandando come guarire e potenziare i membri del gruppo. L’Ellingsen ha spiegato: “Ci sono fondamentalmente due o tre modi di guarire/potenziare. Si può cliccare su questi per mirarli. Si può cliccare anche sulla loro finestra di gruppo, come con qualunque altro MMORPG. Abbiamo anche qualcos’altro chiamato cono di cura, che fondamentalmente inquadra un’area nella quale si guarisce/potenzia tutti i giocatori amichevoli davanti e dentro a questa (immagina un cono che parte dal giocatore).
Naturalmente esistono anche incantesimi offensivi che funzionano con lo stesso principio”.

I maghi possono inoltre, cos’ì era stato detto, usare incantesimi secondo un sistema di tessitura(spell-weaving), essenzialmente sperimentando combinazioni di incantesimi noti per produrre dei risultati spettacolari. Comunque, i fallimenti in questi casi saranno… Catastrofici! Ma riguardo alle nefande conseguenze dello “Spell weawing” è uno dei molti elementi del gioco sui quali Funcom ha mantenuto uno stretto riserbo.
Dobbiamo ancora dare una occhiata a vari tipologie di PVP, per i quali lo sviluppo del gioco ha maggiori progetti includendo degli assedi ai castelli costruiti dalle gilde, con eserciti di soldati a vere e proprie macchine d’assedio.

Anche il sistema di risse da taverna (bar-brawling), dove un livello niubbo potrà competere con un giocatore di livello massimo, non si è ancora visto. Nemmeno il combattimento a distanza, o quello montando una cavalcatura, stessa cosa per la costruzione delle città di gilda. Nemmeno del crafting abbiamo visto qualcosa, né si sa nulla di preciso in merito alle case d’asta, né molto delle quest principali, è stato accennato solo che sarà presente in tutte le fasi del gioco; ed abbiamo visto soltanto un poco del mondo di gioco fino ad ora. Di istanze ne abbiamo viste ma molto brevemente.

E c’è poi la versione di Age of Conan su DirectX 10 che, dagli screenshots che si sono visti, potrebbe causarci effettivamente il batticuore. L’elenco continuerebbe a lungo…

La Funcom progetta di rivelare più in agosto. State sintonizzati!

Annunci

~ di bakalite su 6 luglio 2007.

Una Risposta to “Age of Conan: il mmorpg che rompe gli schemi.”

  1. E bravo Baka, vedo che hai trovato il metodo giusto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: