Resoconto dall’E3 by Ten Ton Hammer

Age of Conan: Hyborian Adventures all’E3 2007
Hey, Conan, you’ve got some red on you.
di Phil “Ralphedelominius” Comeau

Sono un fan di Robert E. Howard e dell’universo di Conan sin da quando ero piccolissimo e vivevo nel desolato Canada orientale. Passavo ore su “Savage Sword of Conan“, ogni mese acquistavo – con i soldi risparmiati tagliando l’erba dei vicini – una nuova copia. Da gran giocatore di D&D ho avuto pure un personaggio basato sulla figura di Bor’aqh Sharaq il corsaro Barachan. Lo sapete, il tizio con l’elmo cornuto che (grazie a Conan) ha perso il l’avambraccio destro.

Ehm, sì, sono decisamente un fan di Conan. Però anche se non lo fossi sarei comunque eccitato all’idea di giocare qulcosa come questo:
Age of Conan è basato sulla licenza originale di Conan, creata dal famoso autore Robert E. Howard. Ambientato nel 10.000 a.c. e nel mondo di Hyboria, i giocatoriavranno l’opportunità unica di vivere le loro vite virtuali in un mondo dettagliato e popolato da migliaia di altri utenti. In questo mondo brutale; lussureggiante e barbarico, essi potranno intraprendere viaggi emozionanti ed avventurosi seguendo le orme del grandissimo eroe fantasy. Lì potrete: incontrare gli amici di Conan ed i sui nemici; combattere demoni e mostri che si sono fatti conoscere nei 70 anni di questa saga; e persino incontrale di persona il possente Re Conan. Altre a questo potrete combattere guerre tra gilde e seguire quest che si rifanno agli scritti di Robert E. Howard.

Immaginate la mia gioia nell’essere presente alla demo del gioco, guidato dall’abile Jørgen Tharaldsen di Funcom.
“L’esperienza centrale di AoC è il combattimento sociale”. Pur essendo giocabile singolarmente fino a livello 80, in gruppo progredirete più rapidamente. Il sistema di combattimento del gioco si distingue da quelli degli altri MMO contemporarei dove, come dice Jørgen, “voi guardate l’evoluione dei combattimenti come nei giochi schiaccia-la-talpa”. Il sistema di combattimento si ispira ai giochi di combattimento come Street Fighter, Tekken e Soul Calibur dove classi melee possono eseguire diverse mosse a seconda della combinazione di tasti digitata – niente “auto-attack” qui! Come descritto nella nostra pre-E3 preview, una “ruota di combattimento” sarà presente nell’interfaccia mostrando le differenti direzioni verso cui possiamo sferrare i colpi. Se eseguirete la giusta combinazione nel momento giusto sarete ricompensati con una di quelle decapitazioni o multilazioni che ci fanno sbavare all’idea di giocare ad AoC. “Sono come le mosse finali in Mortal Combat. Questa è una delle ragioni per cui il gioco sarà classificato come M di mature. Non avevamo dubbi sul fatto che il goco non ottenesse una classificazione di tipo teen” dice Tharaldsen.

“Vedrete tette, e vedrete profanità. Roba reale, niente stregoni dal cappello giallo qui.”

Alla creazione del pg potrete scegliere tra 14 classi differenti. La classe “pet” è il Necromancer, che può avere al suo servizio sino ad 8 evocazioni. Durante il gioco accumulerete “punti pet” da spendere al momento del passaggio di livello al fine di prendere il pet che più desiderate – alcuni costano più di altri, di conseguenza potrete avere 8 pet piccoli o 4 grandi… capito no? Cosa c’è di interessante? Semplicemente il fatto che potrete ordinare ai pet di attaccare bersagli differenti!!! Quanto figo è? Inoltre i pet saranno differenti a seconda che il nosto pg sia machio o femmina, dice Jørgen. Il tutto funzionerà come con delle meccaniche di squadra, ciò ricorda lo stile dei giochi shooter.

Nel cuore delle battaglie di AoC, tutti maneggiano spade o grossi bastoni. I priest non servono solo a curare, essi infliggono un danno rispettabile ai nemici; e se questo non fosse sufficente a far giocare un healer, loro dispongono di alcuni “benefici” che li rendono difficili da battere.

Lavorando insieme a Miscrosoft e nVidia, Age of Conan sara pronto per Vista e disponibile in versione Dx10. Abbiamo visto la versione Dx9, che corrisponde anche al livello grafico di cui godranno gli utenti che utilizzeranno la versione per Xbox360, disponibile dal prossimo anno. Le battaglie hanno tratti davvero epici fin’ora sconosciuti agli MMOs. Il Barbarian si scaglia nella battaglia, disegnado ampi archi con la sua spada mentre un evocatore colpisce dalla distanza e un Necro manda allo sbaraglio i propi serventi… una vista impressionante. Gli scontri con i boss sono anche meglio – proverete la sensazione di essere parte di qualcosa di grande, noi non provavamo un sentimento simile dalle grandi battaglie di Everquest. Beh, non c’è troppo “me” in quel “noi”, la mia fame di gloria è finita a livello 9 quando ho perso tutte le mie cose *sigh* Bei tempi.

Abbiamo visitato varie aree di alto livello (75-80) . La gran parte dei contenuti di AoC sono “bilanciati dinamicamente” – ciò significa che, al fine di fornire sempre un’esperienza interessante, il numero delle creature che fronteggerete è comparabile alle dimenzioni ed alla forza del vostro gruppo. I raid conteranno fino a 24 giocatori; molto meno di quello che trovereste un altri giochi, ma alla Funcom pensano che 24 pg siano più gestibili, e chi vi scrive tende ad essere d’accordo. I raid pve sono studiati per durare dalle due alle quattro ore, in modo tale da essereaccessibili pure ad un’utenza casul. La durata dei raid non è ancora c’erta e sarà uno degli aspetti da calibrare nella beta.

Come tutti sanno, città ed insediamenti giocano un ruolo importante in AoC. “Potrete costruire delle città e potrete assediare quelle nemiche.” L’IA nel gioco potrà anche costruire delle strutture propie. Non appena attaccherete un insediamento, dovrete scontravi con ondate di difensori sempre più validi. Una volta che avrete abbattuto le mura e le strutture finali (final structures), apparirà un boss. Questo aspetto è ripreso dal precendente lavoro di Funcom: Anarchy Online.

Tutti i segnali indicano come data di lancio il 30 ottobre 2007, e Crom sia maledetto se quella data slitta! Non posso aspettare, devo schiacciare i nemici, inseguirli mentre fuggono, e ascoltare i lamenti delle femmine!

Annunci

~ di Boelke su 20 luglio 2007.

Una Risposta to “Resoconto dall’E3 by Ten Ton Hammer”

  1. Sempre bello leggere queste cose su AOC!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: