La storia delle 2 citta’ (i server)

di Stephen “weezer” Spiteri,

Eccovi la traduzione di un articolo apparso su Warcry a questo link e riguardante la futura dislocazione dei server di Age of Conan nel mondo …

Tutti abbiamo un posto nel cuore per la citta’ che chiamiamo “casa” e con cui nessun posto al mondo puo’ competere proprio perche’ stiamo parlando di casa nostra. Molto spesso c’e’ anche un posto che abbiamo bisogno di odiare e che ci porta ad una rivalita’ tra le due citta’ per rispondere alla domanda “qual’e’ meglio”? Per quelli che non lo sanno vivo a Perth nell’ovest dell’Australia e noi “Perthiani” siamo in rivalita’ con Fremantle che si trova a circa 30 minuti di macchina dal distretto commerciale. Il luogo ha la sua bellezza ma non mi piacerebbe vivere li’, visitarlo si, ma non molto piu’ di poche ore alla volta. La citta’ di Perth e’ la mia casa ed e’ a Perth che appartengo. Ma che succederebbe se dovessi lavorare a Fremantle? Beh, penso che sarebbe un’eccezione che potrei fare, un “sacrificio” se proprio volete metterla cosi’.

In uno dei Friday update la Funcom ha parlato dei dettagli del setup dei server per Age of Conan. La Funcom ha detto che utilizzera’ i servizi di una compagnia di servizi, la IPSoft per l’hosting dei server e per tutta l’infrastruttura di networking riguardante Age of Conan che verra’ rilasciato il 25 Marzo 2008. Sappiamo gia’ dai report finanziari trimestrali che al lancio i server saranno dislocati in due diverse citta’, una in Europa ed una negli Stati Uniti. In Europa i server saranno ad Amsterdam mentre negli Stati Uniti saranno in New Jersey. La Funcom e’ confidente che i serve ospitati in queste due locazioni saranno adeguati a sopportare il carico delle migliaia e migliaia di giocatori che entreranno in gioco quotidianamente per gli anni a venire. Quindi, idealmente, i giocatori europei giocheranno con server posizionati ad Amsterdam e i giocatori Nord Americati con server posizionati nel New Jersey, una configurazione logica che dipendera’ da dove si acquistera’ il gioco.

La Funcom ha spiegato che questa decisione e’ stata presa per far avere a tutti i giocatori la miglior esperienza gi gioco possibile. I giocatori avranno un tempo di latenza piu’ basso giocando su server geograficamente piu’ vicini. Quanto spiegato e’ puramente accademico in realta’ e c’e’ un problema: data la natura di internet e del gioco online, soprattutto per quanto riguara gli MMORPG, i giocatori creeranno gilde e clan che raggrupperanno giocatori sparsi per in tutto il globo. Una gilda Americana ad esempio avra’ probabilmente al suo interno sia giocatori Americani che altri giocatori sparsi un po’ per tutto il mondo che pero’ dovranno comprare la versione Nord Americana del gioco per potersi collegare agli stessi server degli altri giocatori della stesa gilda.

Questo crea qualche piccolo inconveniente e qualche piccolo sacrificio come accennavo nel paragrafo introduttivo ma almeno e’ una soluzione funzionale. Come per la distanza tra Perth e Fremantle che dovrei percorrere per andare a lavoro i giocatori fuori dagli Stati Uniti che vogliano giocare con le loro gilde US dovranno ordinare il gioco negli Stati Uniti e dovranno “soffrire” per la maggior latenza in gioco rispetto agli altri giocatori che si trovano nella stessa nazione dei server. I giocatori piu’ seri dovranno decidere se stare con la propria gilda d’oltreoceano sia piu’ importante di avere un’alta latenza e quindi una peggior esperienza di gioco rispetto al dover cambiare gilda per poter giocare su server piu’ vicini.

A parte tutti gli inconvenienti ci sara’ comunque data la possibilita’ di scegliere dove giocare in base a dove verra’ acquistato il gioco e quindi sara’ possibile per le gilde rimanere unite ovunque si decida di giocare calmando gli animi di quelle gilde che gia’ contano piu’ di 100 o 200 membri sparsi per il globo. Per molti non e’ questione di tempi di latenza o di aspettare che il client arrivi via posta ma una questione di poter giocare con la propria gilda e poter tirar fuori il massimo dalla propria esperienza di AoC. Anche io ho giocato in un gruppo “super” in US ai tempi di City of Heroes/Villains su un server Americano e dato che li considero amici con cui divertirmi in gioco li avrei seguiti anche su un server Europeo. Gli MMO stanno diventando sempre piu’ un fatto sociale rispetto all’essere solo un gioco.

Sono comunque dispiaciuto per tutti quei giocatori Europei che dovranno giocare sui server in US e viceversa per giocare con i loro amici perche’ sono consapevole del fatto che i tempi di latenza in un gioco online hanno parecchio impatto. Gli sparatutto in prima persona sono la prima cosa che viene in mente quando si pensa all’importanza di una buona/bassa latenza e all’abilita’ di poter giocare bene. Il tempo di reazione e’ cruciale in quel tipo di giochi e spesso significa la differenza tra essere uccisi e uccidere e quindi ha molto senso avere una buona connessione e poter giocare su un server vicino casa per avere un buon ping. Lo stesso puo’ essere detto per AoC proprio per il suo rivoluzionario sistema di combattimento “real-time” e l’enfasi che si da’ al PVP. Potreste argomentare che i giocatori con il miglior tempo di latenza o ping (e per migliore intendo significativamente migliore) avranno la piu’ alta possibilita’ di vittoria per il fatto che i loro tempi di reazione saranno migliori. Questo non e’ sempre il caso dato che un giocatore molto bravo riesce a superare l’ostacolo dei tempi di latenza e battere giocatori meno bravi almeno finche’ i tempi di latenza sono accettabili e non rendono il gioco una specie ingiocabile o paragonabile a una presentazione fatta con PowerPoint.

La Funcom spiega che prendendo la decisione di giocare su un server non “nativo” i giocatori sono coscenti del fatto che la loro esperienza di gioco non sara’ cosi’ buona come lo sarebbe stata sul loro server nativo.

E’ importante prendere nota del fatto che la selezione di parole utilizzate nel Friday Update dalla Funcom parla esplicitamente di una esperienza di gioco “potenzialmente” piu’ povera rispetto al giocare sul server del proprio continente. Questo potrebbe anche essere solo dovuto al fatto che il dipartimento di PR sta’ lanciando un incantesimo di “calma” di rank 3 su tutti i giocatori che stanno considerando di giocare oltreoceano anche se a me suona piu’ come se la Funcom stia avendo parecchia fede nel setup dei server e in quello che la IPSoft fara’ per assicurare una buona stabilita’ dell’ambiente. Questo da’ molta responsabilita’ della qualita’ del gioco alla connessione del giocatore. Fortunatamente molti paesi industrializzati nel mondo utilizzano connessioni a banda larga che e’ diventata uan richiesta della gran parte dei giochi online moderni. La qualita’ della connessione e’ un altro paio di maniche dato che molti paesi offrono connessioni piu’ veloci di altri. Un report scritto a settembre di quest’anno indica che i 5 paesi che offrono connessioni piu’ veloci sono in ordine: Giappone, Korea, Finlandia, Svezia e Francia; Giappone e Corea hanno una banda di connettivita’ tra i 45 e i 60 megabits al secondo. E’ interessante anche il fatto che l’Olanda sia fuori dai primi 5 e gli Stati uniti oltre il 10 posto. La norvegia, dove si trova la sede della Funcom, si e’ classificata dopo gli stati uniti. Ad ogni modo anche se avete una buona connessione stare vicino ai server e’ comunque meglio.

Per quelli che invece si trovano tra l’Europa e gli Stati Uniti come ad esempio i giocatori di Asia e Oceania ci troviamo un po’ a meta’ tra i due server. Non esistera’ un client per l’Asia o per l’Oceania almeno per quel che ne sappiamo e dovremo scegliere su quale server andare. La storia dimostra che spesso i giocatori dell’Oceania tendono a favorire i server in US per il potenziale di gameplay sociale siamo piu’ distanti sia da Amsterdam che dal New Jersey di quello che un giocatore in Uk e’ dai server in US. Tipicamente i giocatori nella regione dell’Oceania hanno migliori latenze con i server in US ma questo e’ probabilmente dovuto ad una migliore configurazione dei server fatti per ospitare molti piu’ giocatori e per sopperire ad un maggior carico. Questo vorrebbe dire che l’esperienza di gioco per noi dell’Asia e dell’Oceania potrebbe essere peggiore e dovremo scegliere in base a dove l’aspetto sociale del gioco MMO ci portera’.

La distanza e la potenziale esperienza di gioco piu’ povera e’ qualcosa con cui sappiamo di dover convivere ma cosa ne sara’ dei futuri giocatori di AoC dell’Asia e dell’Oceania? Capisco che mettere un server in ogni parte del mondo e’ un’operazione costosa e puo’ essere fatto solo se le compagnie come la Funcom prevedono dei buoni introiti che possano giustificare la spesa iniziale di setup dell’ambiente. Ovviamente il mercato maggiore per AoC sara’ quello Europeo e Nord Americano ma e’ stato ampiamente dimostrato da altri MMO che ci sono moltissimi giocatori asiatici e dell’Oceania che si connettono a questi giochi e quindi non e’ giusto dire che non c’e’ mercato in queste regioni. Sto’ forse dicendo che siamo sottostimati? Forse lo sto’ dicendo implicitamente ma quello che tengo a dire esplicitamente e’ che ci sono buone ragioni per mettere server in altre parti del mondo per permettere ai giocatori di poter scegliere dove voler giocare.

Dato che gli MMO stanno diventando un fenomeno sociale invece che tecnologico e’ importante sapere che a causa delle differenze di orario nelle varie parti del mondo i giocatori tendono a riunirsi in server o a gilde in cui sono sicuri di poter trovare gente per giocare. In alcuni casi giocatori americani che lavorano con turni notturni si uniscono a gilde dell’Oceania in modo da poter giocare nel primetime della gilda Australiana.

E cosi’, lentamente, mentre la tecnologia diviene sempre piu’ veloce e migliore, il problema si sposta dai tempi di latenza e la distanza fisica tra server e client al dare ai clienti del gioco l’opportunita’ di avere la miglior esperienza sociale dall’MMO in cui giocano.

Sono confidente che anche da qui a Perth, nell’Ovest dell’Australia, mi sara’ possibile divertirmi in Age of Conan al massimo del potenziale anche giocando su un server in US (New Jersey con una distanza di 16000 km) ma spero vivamente per il successo globale del gioco che i server verranno ampliati e installati in giro per il mondo non appena il gioco avra’ successo.

 

Annunci

~ di heruel su 14 novembre 2007.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: