ENCICLOPEDIA HYBORIANA [K]

Dopo la breve J della settimana scorsa ecco un Sunday Update veramento ricco di luoghi e popoli. La K ci porta alla scoperta delle Kharpash Mountains, le Kezankian Mountains, la misteriosa Kheshatta, la splendida città portuale di Khemi e molto altro. Avrete di che leggere in questa dolce attesa di marzo. 😉

Kaetta
Una piccola città-stato shemitish situata tra il fiume Styx e le rovine di Nithia. Risiede in cima ad un plateau, offrendo un panorama del deserto per moltissimi chilometri in tutte le direzioni. Gli abitanti adorano il dio Mitra, ma attualmente il suo tempio è un antico tempio di Ibis. Gli opali sono l’esportazione principale di questa città. Kaetta giace anche sopra una sorgente di acqua pura e fresca.
(Conan and the Grim Grey God)

Kaddonia
Una provincial del Border Kingdom adiacente a Phalkar.
(Conan the Barbarian #50, “The Dweller in the Pool” di Roy Thomas)

Kah-Tah-Dhen
La montagna al Cuore dell’Inferno, una sorta di “tappo” vulcanico che giace ad est di Shushan. E’ la casa di ragni enormi.
(Savage Sword #183, “The Decapitating God” di Charles Dixon)

Kaklani
Una tribù del deserto iranistano meridionale. Indossavano vestaglie gialle con strisce rosse.
(Conan and the Shaman’s Curse)

Kalandor
Una piccola città ai piedi delle Karpash Mountains in Zamora. E’ situato a nord di Yezud.
(Conan the Adventurer #8, “The Weird of Avoosl Wuthoqquan” di Roy Thomas)

Kaleekhat
Una città di Vendhya. Asoka, un abile mago del First Rank ha qui la sua residenza.
(Conan and the Manhunters)

Kamalla
Una piccola città nel deserto della Corinthia orientale.
(Conan the Barbarian #116, “Crawler in the Mist” di Roy Thomas)

Kambuja
Un regno orientale governato da un dio-re. Si presume che il regno fosse situato ad est di Vendhya. La sua capitale era Angkhor.
(Witch in the Mists)

Kamelia
Un regno thuriano pre-cataclisma.
(Hyborian Age I)

Kamula
Una delle “antiche città scomparse” del regno pre-Cataclisma di Valusia. E’ situato a nord della capitale. Un’antica mappa la mostrava nella regione di Shem-Stygia, ma vi sono molti dubbi al riguardo.
(Conan the Buccaneer, Black Abyss)

Kandala
Una piccola città della Khauran occidentale.
(Conan the Mercenary)

Kangra
Questa città vendhyana è situata su una bella vallata ed è il sito della Corte Estiva del Re.
(Conan the Marauder)

Karaban
Una contea o forse una provincia di Aquilonia.
(Phoenix on the Sword)

Karapur
Una città nello stato di Venjipur.
(Conan the Hero)

Kara-Shehr
La cosiddetta città dei morti, un avamposto in rovine dell’antica Acheron, situata a sudest del Vilayet Sea.
(Conan the Barbarian #35, “Hell-Spawn of Kara-Shehr” di Roy Thomas)

Karatas
Una città palizzata sul lembo di Lago Sargasso in Zamora. Il nome zamorano è “Roccia Nera” ed è chiamata così per l’enorme blocco di roccia nera che si estende al di sopra.
(Conan the Freelance)

Karnath
Una città stygiana menzionata nella prima bozza di Hour of the Dragon, poi scartata dalla versione finale. Si presume sia locata sulla costa ovest di Kheshatta, il termine occidentale della grande rotta carovaniera stygiana andante da est ad ovest.
(Hyborian Names)

Karnemet
Un porto marittimo zingarano.
(Savage Sword #92, “The Jeweled Bird” di Michael Fleisher)

Kharpash Mountains
Chiamate anche come Karpashian Range, questa lunga, crestosa catena dei regni hyboriani centrali è un amalgama di alcune catene di montagne di differenti ere. La sezione orientale è uno sperone della catena di montagne Kezankiane. Le Karpash corrono per centinaia di migliaia di chilometri lungo i bordi della Zamora occidentale e della Corinthia-Brythunia orientale. Le montagne in quest’area sono composte da rocce rosse e nere affiorate milioni di anni fa. Ci sono molte cime vulcaniche in questa parte della catena, ed alcune sono ancora attive. Ci sono un paio di vulcani la cui lava ha formato laghi dai crateri, e sorgenti d’acqua calda sono prevalenti nel lato sudest di Brythunia. Ci sono numerosi passaggi attraverso le Karpash orientali, così come enormi complessi di caverne sotto di esse. Del liquido bituminoso è stato scoperto sotto le montagne. Le tribù kezankiane vivono nelle parti delle Karpash che toccano le montagne Kezankiane. La sezione occidentale tra i bordi della nordorientale Ophir, sud Nemedia e sudoccidentale Corinthia è relativamente recente dal punto di vista geologico. Le montagne in quest’area sono un muro frastagliato di ferro grigio e granito bianco. Sono abbastanza alte e ci sono pochi passaggi. In molte locazioni lungo i bordi ophireani ci sono vene d’oro e depositi di pietre preziose. Le montagne occidentali sono considerate essere infestate dai vampiri e fantasmi, oltre a terribili tempeste di fulmini.
(Conan and the Spider God, Conan the Great, Conan the Invincibile, Conan the Magnificent, Conan the Freelance, Conan the Indomitable)

Karpash, Torre d’osservazione
Una fortezza di pietra dalla forma squadrata con guarnigioni di difesa. Viene usata da Corinthia per tenere d’occhio tutti quelli che si avvicinano al Western Pass attraverso le Karpash Mountains. Le forze aquiloniane combatterono una serie di battaglie qui.
(Conan the Great)

Karutonia
Una grande città di Acheron che stava sulle cime delle colline del Border Range sul lato aquiloniano. Una volta vi abitavano più di un milione di persone.
(Conan the Bold)

Kasfir
Una città dell’Iranistan, centro del commercio nazionale di schiavi.
(Savage Sword #111, “…In the Eye of the Beholder” di Don Kraar)

Kasmar Pass
Un passaggio attraverso le Colchian Mountains sempre innevato. E’ situato tra Venjipur e l’entroterra di Turan ed Iranistan.
(Conan the Hero)

Kassali
La capitale di Punt. Al centro della città giace il palazzo reale e le sue alte torri. Le mura sono fatte di fango essiccato al sole con ornamenti di vetro e oro.
(Ivory Goddess)

Katchkaz
Un breve regno esistito cinque centinaia di anni prima dell’era di Conan. Sogaria era parte di questo regno.
(Conan the Marauder)

Kathai
Una città-stato esotica e ricca di giada della parte occidentale di Khitai. Il suo palazzo aveva una cupola d’avorio.
(Savage Sword #95, “Night of the Rat” di Michael Fleisher)

Kavari
Un porto di pescatori sulla parte sud-occidentale del Vilayet Sea. E’ situato sulla costa in mezzo alle colline delle Misty Mountains.
(Conan the Barbarian #219, “Devil’s Gate” di Charles Santino)

Kchaka
Una nazione o forse una tribù di neri abitante la parte occidentale di Zembabwei, di cui le successive nazione erano sue progenie.
(Red Moon of Zembabwei)

Kelbaza
Una ben fortificata città brythuniana situata sulle Pianure di Lema.
(Conan the Barbarian #264, “White Apes and Ebon Thrones” di Roy Thomas)

Kelka
Una città situata su un’isola nel Western Ocean, predate dai pirati di Barachan. Fu visitata da Conan e Belit. Gli abitanti dell’isola adoravano Ashtoreth.
(Conan the Barbarian #70, “The City in the Storm” di Roy Thomas)

Keshaan
Una città della costa occidentale del Vilayet Sea.
(Conan the Barbarian #39, “The Dragon from the Inland Sea” di Roy Thomas)

Keshan
Un regno barbaro situato a sud di Stygia, ovest di Darfar ed est di Punt, per la maggior parte coperto con foreste tropicali. Era nemico di Punt e resistette agli attacchi di Stygia e Shem. La popolazione negroide fu governata da una razza mista, discendente dalle “mitiche genti” di Alkmeenon. La capitale è Keshia.
(Drums of Tombalku, Jewels of Gwahlur, Conan the Buccaneer)

Keshia
La capitale di Keshan, un insediamento di capanne intorno alle mura del palazzo reale, entrambi fatti di fango, pietre e bamboo.
(Jewels of Gwahlur)

Ketha
Una città sulla rotta carovaniera da Zamboula a Shadizar. La città è famosa per i suoi scavi. Si presume sia nella Zamora meridionale o nella Khauron settentrionale.
(Conan the Invincible)

Kezankian Mountains
Una catena che da nord a sud lungo il bordo orientale di Zamora e Koth. Le genti delle colline erano ostili agli stranieri. In prossimità di Arenjun vi è sia un passaggio che il Temple of the Bloodstained God. Le kezankiane si presume siano una catena giovane, cresciuta ai tempi del Cataclisma Minore quando il Vilayet raggiunse il suo bacino nell’Età Hyboriana. Il vecchio Nezvaya River riuscì a mantenere il suo corso attraverso la parte settentrionale della catena, provvedendo ad un corridoio a nord verso l’ovest. Ci sono numerose sorgenti calde sui pendii occidentali vicino alla catena Karpash. I corsi d’acqua che si originano da essa hanno un leggero gusto sulfureo.
(Bloodstained God, Conan the Savage)

Kezank-March
Una città turaniana a due giorni di galoppo da Agrahpur verso le Montagne Kezankiane.
(Conan the Hero)

Kezati, Orda
Una tribù costantemente in guerra con i Ganaki. Vissero sull’isola di Zati e sono anche chiamati i “Figli di Ezat”.
(Conan and the Shaman’s Curse)

Khadars
Una tribù nomade di predoni del deserto che vissero nel Southern Desert intorno Qjara.
(Conan the Outcast)

Khajar, Oasi di
Situata in Stygia a tre giorni di viaggio con i cammelli verso est dalle rive del Western Ocean, e lontano ad ovest di Nebthu. Qui risiedeva la casa del mago Thoth-Amon.
(Conan the Buccaneer, Black Sphinx of Nebthu)

Khalis
Una città nello stato di Koth, situato vicino al Grande Muro di Koth stesso. Si presume essere, in particolare, nella parte orientale.
(Conan the Defiant)

Khalkat
Una baronata ophireana.
(Conan the Bold)

Khanyria
Un paese o forse una città in Khoraja, casa dello stregone Pelias.
(Return of Conan, Conan the Barbarian #250, “Chaos Beneath Kuthchemes” di Roy Thomas)

Kharamun Desert
Una notevole vasta area desertica circondante Zamboula.
(Shadows in Zamboula)

Kharoya
Una tribù Zuagir abitante nel deserto di Turan vicino Duali.
(Return of Conan)

Kharshoi
Un villaggio in Zamboula locato ad alcune migliaia di chilometri ad est della cittadella di Yezud.
(Conan and the Spider God)

Khauran
Un piccolo regno di confine tra la punta orientale di Koth e la regione dell’Eastern Desert di Zuagirs. Aveva ricchi pascoli e fertili piantagioni. Il castello del padrone era hyboriano mentre i suoi soldati erano shemitish. I contadini erano aborigeni. Gli avventurieri di Koth trovarono Khauran. Ai tempi di Conan solo Khauran e Khoraja decisero di rimanere indipendenti da Koth.
(Witch Shall Be Born, Conan the Mercenary)

Khauran City
La presunta capitale del regno di Khauran. Stava in prossimità di un fiume che separavo le valli fertili dal deserto.
(Witch Shall Be Born, Conan the Mercenari)

Khawarizm
O detto pure Khawarism, il porto più meridionale di Turan sulla costa ovest del Vilayet Sea. Non c’erano porti a nord di esso prima di Aghrapur. Il commercio di schiavi era fiorente in questa città. Fu saccheggiata e bruciata da Conan.
(Conan and the Sorcerer, Road of Eagles, Devil in Iron, Return of Conan)

Kheba
Un antico potere che si presume sia stato contemporaneo con Acheron. Le sue armate nere adoravano Ikribu come dio della guerra.
(Ring of Ikiribu)

Khemi
La più importante città e al contempo il più grande porto della Stygia. E’ situata sulla costa del fiume Styx in prossimità del suo estuario con il Western Ocean. Khemi è nota per i suoi muri neri e le sinistre cittadelle. E’ stata la capitale per i preti della Stygia e non vedeva di buon occhio gli stranieri. Nel deserto vicino vi erano piramidi e tombe di varia natura. Xaltotun morì la prima volta propria a Khemi.
(Queen of the Black Coast, Conan the Buccaneer, Conan and the Treasure of Python, Treasure of Tranicos, Hour of the Dragon)

Kherdpur
Una città della parte settentrionale di Turan sulle rotte carovaniere da Fort Wakla.
(Return of Conan)

Kheshatta
Una città di maghi nella Stygia meridionale, situata sulla rotta carovaniera andante da nord a sud partendo da Kush.
(Vale of Lost Women)

Khesron
Il villaggio o forse il sobborgo della cittadella di Yezud in Zamora. E’ piccolo e con il più grande edificio costituito da soli due piani. Era l’inizio della rotta carovaniera che correva attraverso le Kezankian Mountains a Sultanapur.
(Conan and the Spider God, Conan the Invincible)

Khet
La leggendaria “Città degli Scorpioni”. Le sue rovine giacciono in Stygia lungo il fiume Styx. Era contemporanea di Acheron ed era dedicata al culto di divinità minori acheroniane, come Selkhet. Durante “l’anno della dissoluzione” la città fu abbandonata e probabilmente decadde fino a diventare rovina.
(Conan the Rogue)

Khifars
Una tribù nomade di predoni del deserto che vivono nel Southern Desert intorno Qjara.
(Conan the Outcast)

Khirguli
Una tribù di cacciatori delle Himeliane orientali.
(Return of Conan)

Khishtam
Un villaggio in Corinthia.
(Marvel Feature Red Sonja #2, “Blood of the Hunter” di Bruce Jones)

Khitai
Un importante regno del Lontano Est, protetto dalle invasioni occidentali da un Grande Muro. Era costituito da molte città-stato a nord, la più grande delle quali era Paikang. Le sue genti erano chiamate Khitani. Khitai estese la sua egemonia su una vasta area del Lontano Est – dalle foreste settentrionali fino al bordo della giungla di Kambujan. La sua influenza era indebolita oltre i regni satelliti occidentali di Kusan, ma Khitai reclamò tutte le terre ad est delle Montagne della Notte. Khitai aveva un’economia molto varia mentre le città-stato erano centri di commercio e manifattura. Gli artigiani produssero senza dubbio oggetti d’arte. C’era tanto cibo nelle miriadi di fattorie intorno. Le mine fornivano oro, argento, altri metalli e pietre preziose. Con l’occidente venivano invece commerciati tessuti, spezie, erbe ed oggetti di vario genere. Il terreno della Khitai settentrionale viene raffigurato in Return of Conan come pieno di giungle, anche se si dovrebbe parlare piuttosto di dense ed umide foreste, simili a quelle delle Pictland. Le genti di Khitai erano molto antiche – indubbiamente prosperate durante l’era pre-Cataclisma. Dopo il Cataclisma i rifugiati lemuriani entravano in Khitai e venivano puntualmente schiavizzati. Dopodiché i lemuriani si ribellarono e sovvertirono l’antica civiltà Khitana, prima di migrare verso ovest.
(Witch Shall Be Born, Flame Knife, Treasure of Tranicos, Hour of Dragon, Tower of the Elephant, Curse of the Monolith, Return of Conan, et alii)

Khopshef, Provincia di
Un’area della Stygia immediatamente ad ovest di Pashtun.
(Conan the Bold)

Khor
Una grande vallata fertile in Aquilonia, menzionata nella prima bozza di Hour of the Dragon, ma scartata nella versione finale. Presumibilmente il potente fiume Khorotas scorreva attraverso questa valle nel suo corso verso Tarantia.
(Hyborian Names)

Khoraf
Un porto di schiavi sulla costa orientale del Mare Vilayet.
(Return of Conan)

Khoraja
Un piccolo ma importante regno situato a sudest di Koth. Il confine sud di Khoraja era costituita dalla ripida Scarpata Khotiana, trafitta solo dallo Shamla Pass; quest’ultimo facente parte della principale rotta carovaniera dai regni hyboriani verso est e sud. Khoraja era una volta parte di Shem. Gli avventurieri Khotici si impossessarono di un’area strategica rendendola una delle molte piccole nazioni indipendenti situate lungo la frontiera orientale di Koth.
(Black Colossus, Conan the Great, Return of Conan)

Khorala
Una città in rovine nelle giungle di Vendhya da cui arrivavano i famosi gioielli “Stella di Khorala”.
(Shadows in Zamboula, Conan the Raider, Star of Khorala)

Khorbul
Una fortezza hyrkaniana nella regione settentrionale delle Himelian Mountains.
(People of the Black Circle)

Khorgas River
Un fiume Kothico che parte dagli altopiani della Khoraja settentrionale. La parte a valle del fiume era il sito di un’imboscata di una legione imperiale kothica. E’ piccolo ed attraversabile in più punti. E’ presumibile che scorra nel Lago Salato.
(Conan the Renegade)

Khorlu
Una città stato hyrkaniana.
(When Hell Laughs)

Khorotas River
Il principale corso d’acqua dell’Aquilonia centrale. E’ navigabile nelle sue parti centrali, avendo la sua principale sorgente nel Border Range di Nemedia. Il Khorotas scorreva a qualche chilometro di distanza da Tarantia. Quando raggiungeva le montagne di Poitain fluiva in una serie di cascate e rapide. Era unito a grandi affluenti, il Fury su tutti, ed il Tybor oltre all’Alimane sotto Poitain. Il culto assurano faceva galleggiare i propri morti lungo il fiume su delle zattere. Molti beni venivano trasferiti tramite imbarcazioni verso Messantia.
(Conan the Liberator, Hour of the Dragon, Conan the Guardian)

Khorshemish
Il cosiddetto “Gioiello del sud” o “Regina del sud”. La capitale di Koth è una città protetta da mura e caratterizzata da guglie dominate dalla Scarlet Citadel. Tutt’intorno è possibile vedere una grande quantità di pascoli e frutteti. Khorshemish fu fondata 3000 anni prima dell’Era di Conan, sulle rovine di una precedente città.
(Conan the Renegade, Scarlet Citadel, Return of Conan)

Khorusun
Chiamata anche Khorosun e Khurusun. Uno dei principali porti turaniani sulla costa orientale del Vilayet Sea, saccheggiata da Conan. Mandò le proprie truppe per partecipare ad un’invasione di Vendhya. La città, ben protetta da mura, era rinomata per i suoi orefici.
(Road of Eagles, Devil in Iron, Flame Knife, People of the Black Circle, Lord of the Black River, Return of Conan)

Khozgari
Una tribù delle Misty Mountains di Turan.
(People of the Summit)

Khrosha
Una città in Koth vicino alle Flaming Mountains, dove venivano create le scatole avvelenate.
(Hour of the Dragon)

Khrosha, Monte di
Un vulcano nelle Flaming Mountains ad ovest di Khoraja.
(Shadows in the Dark)

Khulm
Un piccolo forte vicino al bordo di un corso d’acqua a nord di Sogaria nella hyrkania occidentale.
(Conan the Marauder)

Khunlun
Una città-stato di Khitai.
(Savage Sword #190-193, “Skulls on the Sea” di Roy Thomas)

Khurakzai
Una tribù della montagna himeliana amichevole con Conan e presunta essere un ramo degli Afghuli.
(People of the Black Circle)

Khurum
Un villaggio della tribù Wazuli ed anche un fiume ed una vallata con lo stesso nome, situati nelle montagne himeliane sul sentiero est dell’Afghulistan.
(People of the Black Circle)

Khyfa
Un reame shemitish situato tra le montagne i cui abitanti sono leali adoratori di Mitra. Furono i distruttori dell’impero di Amentet nella sacra guerra avvenuta settecento anni prima dell’era di Conan.
(Conan and the Grim Grey God)

Kidessa, Oasi di
Situato nel Southern Desert di Kush, vicino Tombalku.
(Drums of Tombalku)

Kil
Una città-stato di Khitai.
(Savage Sword #184, “Disciple” di Larry Yakata)

King Kalenius, Tomba di
Il mausoleo di uno dei più grandi re di Thuria. Trovato su una peninsula che fu una volta parte del porto di Kordava in Zingara. La tomba dalle migliaia di colonne richiese anni per essere costruita e fu una delle meraviglie del mondo thuriano. La “Final Guardian”, un migliaio dei migliori guerrieri di Kalenius, trasformati in immortali creature di pietra vivente, sono posti a guardia della tomba.
(Road of Kings)

King’s Altar
Una collina sul lato sinistro della Valle dei Leoni.
(Hour of the Dragon)

Kings Well
Un antico pozzo nell’arida terra di Zamora che giace ad alcuni giorni ad est e nord di Shadizar. E’ circondato da enormi lastre di pietra nera.
(Conan the Invincible)

Kinghiz
Una tribù delle colline nelle Himelian Mountains a nord di Vendhya, reputata essere adoratrice di demoni. Hanno un tempio-fortezza chiamato “Città Proibita” che giace all’ombra del lato roccioso del Monte Raktavashi.
(Savage Sword #234, “The Daughter of Raktavashi” di Roy Thomas)

Kirjahan
Una baronata nell’occidentale Ophir, vicino ai confini aquiloniani.
(Conan the Rebel)

Kizil-Bezzin
Una città carovaniera tra Zamboula e Khoraja.
(Savage Sword of Conan #12, “Haunters of Castle Crimson” di Roy Thomas)

Kletsk
Un villaggio nemediano che giace a nord dell’Edram Castle.
(Conan the Warlord)

Knife Creek
Un corso d’acqua in Schohira, giusto a sud di Fort Kwanyara.
(Wolves Beyond the Border)

Kolari
Un accampamento presumibilmente in Hyperborea e giacente in una regione collinare.
(Conan the Barbarian)

Komahar
Una provincia dell’antico regno di Valusia.
(By This Axe I Rule)

Komath
Un villaggio che si presume sia in Zamora.
(Conan and the Spider God)

Kordafa
Un misterioso stato a sud di Kush, da cui venne il mago nero Muru. I kordafani erano tipicamente alti, di un nero intenso, con teste strette, caratteristiche aquiline e particolari capigliature acconciate in fantastiche creste.
(Snout in the Dark)

Kordava
La capitale del regno di Zingara con un porto situato sul Western Ocean situato alla bocca del Black River. Aveva una rinomata scuola di spadaccini. Il palazzo reale aveva un intero piano pieno di splendidi cristalli. Il distretto sotterraneo dei ladri in Kordava è chiamato “The Pit”.
(Pool of the Black One, Road of Kings, Conan the Buccaneer, Treasure of Tranicos)

Kormon
Una baronata di Aquilonia, sede del gran capo di Schohira.
(Wolves Beyond the Border)

Korveka
Una baronata nella Koth orientale nello stato del lago blu. La baronata è una terra fertile, piena di laghi e fiumi. Corinthia e Zamora sono situate a nord attraverso la catena montuosa la cui quota sembra arrivare in cielo. Il suo confine più orientale è posto in prossimità di Khauran. Korveka fu il sito di una vittoriosa battaglia khaurana.
(Conan the Mercenary, Witch Shall Be Born)

Korvela, Baia di
Situata sulla costa pitta, lontano a nord di Zingara, sito di una fortezza costruita dal conte Valendo di Korzetta.
(Treasure of Tranicos)

Korzetta, Castello di
La fortezza zingarana dell’esiliato conte Valendo, che costruì una fortezza sulla Baia di Porvela. L’emblema di Korzetta era un falcone scarlatto su un campo d’oro.
(Treasure of Tranicos)

Korsala
Un regno tropicale ad ovest di Vendhya ed est di Venjipur. Si dice sia abitato da genti di carnagione olivastra e di costituzione snella. La regione è collinosa, meno fertile di Vendhya, ma più vivibile del Ghulistan o la moderna Iranistan. La sua costa lungo il Southern Ocean detiene pochi porti ed i korsalani sono navigatori non proprio eccellenti. Il suo dio, Yajur, era adorato tramite rituali di strangolamento tenuti nella città di Yota-Pong. I Tlazitlani, una misteriosa razza di Xuchotl, ebbero la loro origine in questo luogo.
(Shadows in Zamboula, Flame Knife, Red Nails)

Koth
Un regno hyboriano a sud di Ophir, Corinthia e Zamora, nord di Shem e Argos, e confinante ad est con Khoraja e Khauran. Le cime dei pendii della catena Karpash costituivano una barriera invalicabile lungo i confini corinthiani isolando l’area dalle carovane. Più ad ovest le montagne si ammorbidivano in colline sotto la Ophir occidentale ed erano attraversate da almeno due passaggi. Lungo la frontiera argosseana le montagne Pyrrheniane deviavano masse d’aria umida creando le zone pascolari di Koth ad occidente (praterie sub-umide), fino ai bordi del deserto ad est di Khorshemish. Questa catena di montagne curvava a sud, poi ad est sopra Shem. Poi velocemente svaniva in colline fino a confinare le Flaming Mountains, una catena vulcanica. L’importante strada che va a sud di Khorshemish attraversava un passaggio sulla strada da Eruk in Shem. A molte migliaia di chilometri di distanza culminava la Scarpata Kothiana, un’enorme muro di roccia che correva lungo il bordo dell’Eastern Desert prima di prendere quota nel nucleo centrale delle Kezankian Mountains. La regione orientale del regno è descritta come fertile. Questo presuppone che le colline a sud di Zamora fungevano da “trappola” per l’umidità. Un corso d’acqua salmastra nell’arida parte centrale di Koth prende il nome di Lago Salato, insieme ad altri piccoli corsi d’acqua fresca. Koth aveva pascoli e frutteti nella parte occidentale e fattorie nella terre orientali. L’anomalo deserto di Koth, menzionato in Return of Conan è stato collocato nella parte centrale del regno. La sua antica capitale, Khorshemish, è il centro dell’industria a cui si devono le ottime armature che sono orgoglio e gioia di Koth. Quasi tutti gli studiosi che discutono della storia di Koth presumono che sia stato il primo dei regni hyboriani. La geografia del mondo-continente ed il suo effetto sulle migrazioni dei primi hyboriani rende comunque tali ipotesi improbabili. Koth è molto vecchia, ma probabilmente non è stata originariamente insediata dagli hyboriani. I rifugiati valusiani sono i più plausibili precursori. In Hour of the Dragon Howard dice: “I barbari (hybori) che si ribellarono ad Acheron stabilirono nuovi regni. Dove si estese l’Impero ora vi sono regni chiamati Aquilonia, e Nemedia, e Argos, dalle tribù che li hanno fondati. Gli altri imperi di Ophir, Corinthia, e la Koth occidentale, che è stata soggetta ai re di Acheron, riottennero la loro indipendenza con la caduta dell’Impero.” Questa parte è ambigua dato che è possibile capire che Ophir, Corinthia e la Koth occidentale erano indipendenti contemporaneamente con il primo periodo di massimo splendore di Acheron. Se questo è il caso, gli hybori potrebbero difficilmente averli dominati. Come giunsero le popolazioni del nord li? Attraverso Acheron? Attraverso Zamora? Attraverso Brythunia? Ci si può chiedere anche cosa avvenne alle popolazioni delle nazioni pre-Cataclisma non citate dalla Saga. In un primo momento si può pensare che esse siano da considerarsi aborigeni, contribuendo con i propri geni alla formazione dei gruppi maggiormente conosciuti; ma non potremmo anche assumere che la popolazione relitta di Valusia, Thurania, e perfino Zaarfhana trovò rifugio nelle montagne di Ophir e Corinthia – e Koth stessa – ricostruendo la propria cultura come fecero gli hyboriani nel Lontano Nord? Si pensa di si. E successivamente la loro storia potrebbe essere strettamente collegata a quella della Vecchia Stygia e, dopo, Acheron. Dopo che gli hyboriani consolidarono la loro posizione in Nemedia ed Aquilonia, potrebbero essersi mossi verso sud. Yag-kosha menziona Koth tra Nemedia ed Aquilonia quando parla degli antichi regni hyboriani. Per quanto riguarda aspetti la cui storia è più certa, gli studiosi riportano che gli hyboriani da Koth scacciarono i vecchi stygiani fuori dalle valli pascolari occidentali di Shem nelle lande a sud dell Styx. I kothici dovettero poi ritirarsi dai loro ultimi confini quando le città-stato shemite incrementarono il proprio potere. Ai tempi di Conan, Koth era costantemente soggetta a guerre civili. Il suo re, descritto come parsimonioso, fu coinvolto con Ophir in una disastrosa avventura contro l’Aquilonia di Conan. Dopo l’era di Conan, Koth divenne un vassallo di Aquilonia. Ancora dopo fu sede di una battaglia con gli scatenati pitti ed altri hyrkaniani.
(Hyborian Age I-II, Tower of the Elephant, Hand of Nergal, Shadows in the Moonlight, Black Colossus, Scarlet Citadel, Hawks over Shem, Witch Shall Be Born, Devil in Iron, Hour of the Dragon, Return of Conan, Conan the Great, et alii)

Kothian Escarpment
Un’area lungo i confini meridionali di Koth, dove le sue colline tagliano bruscamente ad est, modellando un bizzarro e continuo piano roccioso che si affaccia sull’Eastern Desert. Le sue origini sono sconosciute e la sua presenza inesplicabile. Nell’ombra della scarpata cresce rigogliosa una foresta, grazie anche alle sacche d’aria umida create dalle tempeste che si scontrano con il “muro”. Oltre la foresta pluviale giace l’Eastern Desert. Ai guerrieri Zaheemi gli antenati hanno dato l’incarico di mantenere e proteggere la terra, dall’alto del muro fino alla foresta al di sotto. Il muro si estende lungo la parte sud-orientale di Khoraja e a sud di Koth per “1000 miglia”. Shamla Pass, l’unica principale interruzione presente sul muro, è attraversato con molta difficoltà dalle carovane di venditori e mercanti. Un ramo nord della scarpata giace tra Koth e Khoraja. A circa 20 leghe a nord del passaggio giace un passaggio segreto attraverso il muro utilizzato molto raramente. Un’antica razza una volta costruì una sorta di ponte in pietra che collegava la scarpata con un plateau situato in cima ad una collina; ma sia la strada che l’antica razza sono scomparsi da lungo tempo. I Zaheemi hanno rimpiazzato la struttura con un ponte di funi che si estende per tre quarti di miglia sulla foresta sottostante. A causa dei forti venti e delle frequenti tempeste questa rotta non è molto utilizzata. A nordest c’è un altro passaggio a Khauran. Gli altopiani kothiani, che sono l’estensione occidentale della scarpata, formano i confini tra Koth e Shem. C’è un passaggio vicino Eruk in Shem.
(Black Colossus, Shadows in the Dark, Conan the Barbarian #210, “Storm” di James Owsley)

Kothian Uplands
Sono dei fertili altopiani nella parte est di Koth, aventi laghi blu, fiumi e città. Le colline si presume essere maggiormente brulle man mano che perdono quota verso est, fino a quando non vanno ad impattare contro la Kothian Escarpment.
(Black Colossus, Witch Shall Be Born, Conan the Mercenary)

Kova
Una città-principato locata in Zingara.
(Drums of Tombalku)

Kozaki
Un’orda di fuorilegge, chiamati anche come “Compagni Liberi”, che vagabondano le steppe turaniane ad ovest del Vilayet Sea. Il termine significa “ladro”. Conan è stato loro leader.
(Shadows in the Moonlight, Witch Shall Be Born, Devil in Iron, Conan and the Manhunters, Return of Conan)

Kringus, Colline
Locata nella regione Thanza del Border Range.
(Conan and the Death-Lord of Thanza)

Kro, Isole
Un gruppo di isole insediate da una tribù di primitivi aborigeni chiamati i Kro. Le isole contengono delle rovine parzialmente immerse.
(Conan the Barbarian #218, “Island Life” di Charles Santino)

Kshatriya
Un castello di nobili guerrieri vendhyani.
(Flame Knife, People of the Black Circle)

Kthantos, Tempio di
Le rovine di un antico tempio appartenente al demone Kthantos locate ad alta quota nella parte occidentale delle Karpash Mountains, in prossimità di un passaggio non più utilizzato. La fontana di colore nero lucido posta al centro delle rovine è il luogo dove risiede la forma terrena del quasi dimenticato demone.
(Conan the Great)

Kuigar Nomads
Una grande tribù delle steppe hyrkaniane, guidata da un Gran Khan.
(City of Skulls)

Kulalo
Un villaggio sul fiume Zikamba a sud di Kush, sede del dominio di Juma il kushite, un vecchio amico di Conan.
(Conan the Buccaneer)

Kungado
Una tribù delle Blacklands ad est del territorio Bamula.
(Conan the Barbarian #102, “The Men Who Drink Blood” di Roy Thomas)

Kusai
Una città di confine di Uttara Kuru.
(Savage Sword #184, “Disciple” di Larry Yakata)

Kusan
Un piccolo regno satellite della Khitai occidentale; è anche la capitale dello stesso. Il suo monarca concluse un trattato di pace e di commercio con Turan, dopo che Conan diede il suo aiuto per detronizzare un usurpatore tiranno.
(Curse of the Monolith)

Kush
La parte più settentrionale dei Black Kingdoms, situata a sud di Stygia. C’erano villaggi kushite lungo la costa del Western Ocean, in prossimità di un gruppo di spesse foreste. Nell’entroterra si estendeva una savana che terminava nelle colline orientali. Oltre esse c’era il Southern Desert, solo nominalmente facente parte del regno. La sua capitale si chiamava Meroe. I Kush diedero il nome all’intera parte meridionale del mondo-continente. I pirati Barachan furono i primi nordici a predare e commerciare con Kush. Dopo, Argos e Zingara ebbero un fiorente traffico di oro, avorio, argento, perle e schiavi. Kush importava perline, seta, zucchero e spade con impugnature d’ottone. Il regno era governato da una razza di carnagione marrone, in parte stygiana, che disprezzava le classi nere, di rango più basso per loro.
(Hyborian Age I-II, Queen of the Black Coast, Castle of Terror, Snout in the Dark, Drums of Tombalku)

Kushaf
Una città nelle Ilbars Mountains, ostile all’egemonia dell’Iranistan.
(Flame Knife)

Kutchernes
Una città del southern desert a nord dello Styx. E’ il centro di molte rotte carovaniere principali.
(Conan and the Amazon)

Kutchmes
Una città vicino Zamboula, sede di un tempio degli “Antichi”.
(Conan the Bold)

Kuth of the Star Girdle
Una delle “terre da sogno”, presumibilmente mitica.
(Slithering Shadow)

Kuthchemes
Una città in rovine con una cupola d’avorio. E’ situata nel deserto a sudest di Shem. La città fiorì 3000 anni prima dell’era di Conan, contemporaneamente con Acheron e la Stygia Vecchia. L’antico dio Zug vive in fondo ad una fossa sotto le rovine, in prossimità del sotterraneo “Fiume dell’Oscurità”.
(Black Colossus, Flame Knife, Conan the Barbarian #250, “Chaos Beneath Kuthchemes” di Roy Thomas)

Kuzko
La sacra capitale di Lord-Inka. E’ situata in una valle oltre una vasta, verde catena di montagne sulla costa occidentale del continente innominato, situato dall’altra parte del mare ad est di Khitai. Il palazzo-tempio di Lord-Inka è locato dentro un’enorme piramide a gradoni.
(Savage Sword #166, “The Blood of Brothers” di Gerry Conway)

Kwanyara, Forte
Il forte più a sud nella provincia Westermarck di Thandra, situata sulla riva est del Black River.
(Wolves Beyond the Border)

Kwanyi
Una tribù dei Regni Neri a sud di Kush. Vivono sul bordo del Lake of Death, nelle colline sotto Thunder Mountain. La tribù è divisa in vari clans.
(Conan and the Gods of the Mountains)

Kyros
Una città-stato occidentale shemitish, famosa per il suo costoso vino. E’ locata sull’Asgalun River.
(Flame Knife, Conan the Buccaneer, Conan and the Grim Grey God)

Kyros Brothers Trading Post
Un piccolo avamposto commerciale sulla costa sull’estremo nord-occidentale del Vilayet Sea.
(Conan the Champion)

Annunci

~ di Francesco Salvatore Onorio su 20 gennaio 2008.

Una Risposta to “ENCICLOPEDIA HYBORIANA [K]”

  1. Gran bel lavoro! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: