Age of Conan: Intervista al Quest Designer Joel Bylos

Nello schema di mercato delle cose, spesso raccontare le quest ai giornalisti non paga. Vogliono sentire cose riguardo a sangue e sesso, e siccome Age of Conan ne è pieno, il sistema delle quest rimane speso ignorato.

Tuttavia, lo staff della Ten Ton Hammer è più della stampa in generale; siamo giocatori veri e praticanti. Cody “Micajah” Bye e il membro della community Ben Avery hanno passato una giornata extra con gli sviluppatori della Funcom per darci il cuore dei dettagli riguardanti le quest di AoC. Per farlo,  abbiamo parlato a lungo con Joel Bylos, Quest Designer per i livelli da 40 a 60 del gioco, facendogli numerose domande a proposito delle divinità, le sue quest preferite, e l’idea di ramificazione delle linee di quest.

Domande di Cody “Micajah” Bye ( Managing Editor) e Ben Avery (Membro della Community)
Risposte di Joel Bylos, Quest Designer di Age of Conan
I  giocatori potranno incontrare gli dei di Hyboria nel gioco?

Joel Bylos: Questa è una domanda per i ragazzi del lore. Se avessero letto “Gli storici di Conan“, credo di Don Henley, c’è un lungo capitolo dove lui spiega che è difficile provare l’esistenza degli dei del mondo di Conan come del resto con gli dei del nostro mondo. Parecchi degli altri scrittori dopo di Howard si sono presi delle libertà dai suoi testi originali per rendere le divinità più palpabili e dare loro una maggior presenza nei loro libri. Howard non ha mai definito le divinità realmente presenti, ed Henley afferma che gli dei sono entità spirituali e non esseri fisici.
Quindi non incontrerete gli dei nel gioco, ma è anche perché non vogliamo andare contro i desideri di Howard.

Diversamente da molti altri giochi online sul mercato, i giocatori di Age of Conan non interagiranno direttamente con i loro dei.
Ci saranno quest dove bisogna pregare o mostrare la propria religione in qualche maniera?

Joel: In una parte del gioco farete una quest che vi porterà allo Speaker’s Corner (Angolo dell’Oratore) nella Vecchia Tarantia, menzionata nel libro The Hour of The Dragon (L’ora del Dragone, Conan il Conquistatore), dove un sacerdote di Set sta predicando ad un gruppo di persone. Lui spiega quanto sia grande Set e quanto Mitra e Conan siano terribili per il mondo. Come giocatore, potete reagire e replicare al tizio. C’è anche un sacerdote di Mitra tra la folla che vi domanda di reagire e replicare al tizio. E’ uno dei posti del nostro gioco dove le quest sono uniche, perché potete giocarvi le quest come vi piace.
Se siete un Priest of Mitra, ovviamente difenderete Mitra e Conan, e se siete neutrali, potete scegliere di non stare con nessuno. Se siete un adoratore di Set, siete più che benvenuti a unirvi al tizio e cominciare a dire brutte cose verso Mitra. Basato su tre opzioni, riceverete una ricompensa diversa per ognuna.

Quindi è una quest ramificata ?

Joel: Esattamente. E’ difficile da fare in un gioco online, ma possiamo farlo a livello di personaggio. Quella era una quest religiosa, ma ce ne sono ovviamente altre dove i sacerdoti trattano di altre cose, ma non sono molto confrontabili. Vogliamo che la gente giochi in modi diversi se lo desiderano.

Ci sono altri esempi di ramificazioni di quest o ricompense di quest?

Joel: Non c’è ancora nella Beta, ma nelle Black Dragon Barracks ci sono tre persone che sono state condannate a morte. Di fatto il comandante è molto occupato e ha condannato quei tre individui perché sono stati catturati mentre si stavano intrufolando di notte in un’area protetta. Discutete un po’ con lui finché non ci ripensa, e vi dice di andare a parlare ai progionieri e decidere se devono essere messi a morte o meno.
E’ chiaramente un’opzione “black and white” tra i tre personaggi (vivere o morire), anche se il dialogo con i personaggi è un po’ più interessante. Di fatto ci sono dei personaggi che fanno cose malvage, ma loro hanno provato a intrufolarsi lì per nobili propositi.
Una volta che avete deciso quanti dei personaggi ucciderete, la vostra ricompensa per la quest sarà diversa in base a quanti ne avrete ucciso. Se li uccidete tutti e tre potrete ottenere un’ axe of the executioner (ascia del boia) (NdCody: questi titoli sono sono necessariamente i nomi ufficiali degli oggetti) e se li fate vivere tutti potrete ottenere una harbinger of justice (proclamatore di giustizia) o qualcosa di simile.

Questo tipo di quest sembra far tornare il potere nelle mani del giocatore invece di fargli seguire gli ordini di un NPC casuale…

Joel: Esattamente! Tutti i giochi online hanno quest kill di diversi tupi, ma non avete mai considerato veramente chi state per uccidere quando vi è stata data la missione.

Ci sono numerose ramificazioni di quest in Age of Conan, che daranno ai giocatori le conseguenze per le loro azioni.
Ci saranno quest stagionali?

Joel: Non che io sappia.

Ci saranno diverse opzioni di dialogo per classe, razza e genere?

Joel: Decisamente! Per esempio, ci sono certe quest dove se siete donna vi permetteranno di scegliere diverse strade per completare una quest che potrebbero non essere disponibili ai personaggi maschili nel gioco. Una di queste carattteristiche che conosco è quella dove il peronaggio femminile si sbarazza di un NPC maschile.

Come rendete interessanti e divertenti le quest nel gioco, anche se non sono le quest più “dinamiche”?

Joel: Provo a collegare tutte le quest che scrivo nella storia generale e nel campo in modo che tutto abbia un senso per il giocatore. Anche se le cose non sono così dinamiche nei giochi online come un single player, voi potete fare cose a livello di personaggio e potete rendere le parti statiche del gioco più eccitanti che mai.

Ci sono molte quest da fare in modo solitario nel gioco?

Joel: Avete giocato con la Sanctum of the Burning Souls vero? Abbiamo un dungeon parallelo in modo “solo” dove i giocatori dovrebbero impiegare circa tre ore per completarlo. Per la maggior parte, il gioco sarà “solo” fino al livello 30 circa, e poi inizieremo a incorporare molte più quest di gruppo e quel tipo di cose nel gioco dove si potrà giocare ancora da soli se lo si vuole.

I primi dungeon nel gioco saranno sviluppati per giocare con gruppi di sei persone?

Joel: Quello che fa il nostro designer del gioco è di provare a renderlo in modo che anche andando da soli si può completare. Tuttavia, se andate con pochi amici sarà più facile e veloce. Ci sono dungeon che richiederanno gruppi di circa sei persone per completarlo, ma ce ne sono molte dove potete farlo senza così tante persone. La maggior parte delle quest di gruppo le facciamo molto difficili per renderle più competitive per i giocatori.

Ci saranno quest che riguardano il PvP, il sistema di assedi o le aree?

Joel: No. Abbiamo deciso di tenere separati questi sistemi.

Gli NPC si ricorderanno di come li abbiamo trattati nei dialoghi che abbiamo avuto con loro?

Joel: In qualche modo, si, lo faranno. Ma non è come un sistema di fazioni; non è un sistema di allineamento. Possono rispondere diversamente se li avete trattati male nelle quest, ma non sarà qualcosa che si ricorderanno ogni volta che gli parlerete.
Ci sono alcune quest dove le vostre decisioni vi faranno andare da una parte all’altra di una quest ramificata. C’è una quest particolare dove c’è questo gruppo di persone che sono state rese schiave da un negromante malvagio che le usa per cercare un artefatto nel deserto. Tuttavia, questo negromante è così occupato che ha cacciato il suo apprendista dal castello. Mentre state esplorando incontrate per strada l’apprendista. E’ un uomo amareggiato; a un certo punto del dialogo vi sembrerà unoche è stato trattato male. Quando gli parlate, lui vi chiede, come quest, di uccidere il negromante così può prendersi il castello e gli schiavi per se’ e i propri scopi.

Piu’ tardi, nel deserto, trovate una persona che vi dice di parlare con il capitano. Vogliono che voi li aiutiate a liberarli dal negromante malvagio. Entrambi vi domandano di fare la stessa quest di prima – uccidere il negromante – così dovrete fare una scelta, e preferire una significa escludere l’altra. La ricompensa sarà allo stesso modo differente.
Sebbene questo possa sembrare “limitato” ai giocatori, penso che la gente andrà in internet e si guarderà gli oggetti ptima di procedere nelle quest per vedere quale equipaggiamento ci vuole. Questo darà ai giocatori di ruolo l’opzione di approfondire i loro personaggi, anche se la ricompensa potrebbe non essere adatta alla loro classe.

Ecco qualcosa che ho sempre voluto vedere nei giochi online; questa idea che le decisioni portino ad una conseguenza. Mentre nei giochi single player ci sono cambiamenti basati alle vostre decisioni, nei giochi online possono esserci solo a livello di personaggio. Forse non sono nel 90% delle quest del gioco, ma queste quest con ramificazioni ci sono.

La ricompensa delle quest può essere diversa a seconda di ogni ramificazione.
E queste sono le quest che probabilmente i giocatori ricorderanno .

Joel: Se se ne rendono conto che sono ramificate. Non possono rendersene ancora conto  finché non guardano le quest.

Qual’è la tua quest preferita?

Joel: C’è questa ambientata in Stygia dove vi recate e ci sono molte galline che corrono intorno ad un villaggio e che voi potete uccidere. Se cominciate ad ucciderle arriva un tizio chiamato “Chicken Handler“( Gestore delle Galline) che comincia ad urlare “LASCIATE IN PACE LE MIE GALLINE!” Se continuate a uccidere, lui vi raggiunge per uccidervi. Tuttavia, c’è un altro NPC nel villaggio vicino chiamato “Cock Handler” (Gestore di Polli). Non ridete…

*risate*

Siamo persone mature e questo è un gioco serio. *ride* E lui è un rivale del Gestore delle Galline. Vi domanda una quest nella quale dovete uccidere il Gestore delle Galline, ma avete bisogno di un gruppo per ucciderlo perché è davvero forte. Non è semplice. Quando lo uccidere e tornate dal Gestore dei Polli, vi darà un’arma a due mani tipo martello da fabbro chiamata Vanquisher of Poultry (Vincitore del Pollame).

Fonte dell’articolo

Annunci

~ di Pallantides su 23 gennaio 2008.

4 Risposte to “Age of Conan: Intervista al Quest Designer Joel Bylos”

  1. Bellissima intervista! Finalmente un pò di news sul lore e le quest… il Cock Handler… lol…loooolll…

  2. interessante 🙂

  3. bellissimo, ci sono molte cose che fin ora nn cè mai stato in altri MMorpg, altro che WoW!

  4. già altro che wow..spero solo che le quest nn sn cm guild wars, ovvero in zone istanziate, dv trovi solo te, il tuo pet o il tuo gruppo…..ma che mentre fai la quest(magari quella delle galline) passa di la un altro pg a ridere di te:P o a darti aiuto…:P

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: