ENCICLOPEDIA HYBORIANA [N]

Il giro di boa è ormai stato fatto e l’Enciclopedia ha già dato una sufficiente panoramica sul mondo di Hyboria ai novizi, oltre chè una rispolverata al “cassetto dei ricordi” degli amanti di Robert E. Howard. Continua adesso il nostro viaggio in questo splendido mondo; questa settimana si fa tappa nella splendida quanto sfortunata Città di Ottone di Nithia, la misteriosa isola di Nostume ed il suo “pozzo delle anime”, ma soprattutto la gloriosa Nemedia, ovvero uno dei più potenti regni dell’Era di Conan.
Lo Scriba, nell’augurarvi buona lettura, vi da appuntamento alla prossima settimana, ennesima tappa del viaggio nel mondo del Barbaro per eccellenza. 😉

Na’at, Isola di
Un’isola avvolta dalla nebbia, con alte e pericolose scogliere, giacente a cavallo del Fiume della Notte ad ovest di Antillia.
(Conan the Savage #10, “The Necromancers of Na’at” di Roy Thomas)

Nachta
Un clan della Cimmeria nord-occidentale, locato vicino al clan di Conach.
(Conan the Valorous)

Nahareh
Un villaggio in Turan.
(Conan the Barbarian #36, “Beware of Hyrkanians Bearing Gift” di Roy Thomas)

Nairn
Un villaggio della Cimmeria settentrionale. Era locato ad un paio di giorni di cammino dal villaggio cimmero di Duthil.
(Conan of Venarium)

Najapur
Una provincia della Vendhya occidentale, coperta da verdeggianti foreste.
(Savage Sword #103, “The White Tiger of Vendhya” di Michael Fleisher)

Naked Desert
Un’area circondante Kuthchemes.
(Black Colossus)

Nakhmet
Una piccola città shemita sulla riva nord del fiume Styx.
(Conan the Bold)

Nameless Continent
E’ situato nell’emisfero occidentale e si dice sia stato visitato da Conan.
(Lettera a P.Schuyler Miller da REH)

Nameless Isle
Detta anche Siojina-Kisua, un’isola nel Western Ocean; è ciò che rimane della scomparsa Valusia ed è giacente esattamente a sud dalla costa di Shem. L’isola aveva un tempio dall’architettura aliena, casa di Tsathoggua, un dio-rospo, adorato dagli uomini-serpenti.
(Conan the Buccaneer, Conan of the Isles)

Naplonia
Una città-stato della Corinthia occidentale.
(Conan the Barbarian #204, “Gobelin” di James Owsley)

Napolitus
Chiamata anche Napolia, questa città portuale argosseana giace alla bocca del Thunder River.
(Marvel Graphic Novel, “Conan – The Skull of Set” di Doug Moench, Conan the King #25, “Daggers” di Alan Zelenetz)

Nebethet, Santuario di
Il tempio circolare e con cupola locato ad alcune migliaia di chilometri ad est di Kassali. Il santuario dal marmo bianco fu disegnato per sembrare come un enorme teschio d’argento.
(Ivory Goddess)

Nebthu
Una città sulla riva del Bakhr River, vicino alla sua confluenza con lo Styx. Ha rovine ed un’enorme statua di una iena-sfinge.
(Black Sphinx of Nebthu, Red Moon of Zembabwei)

Nedrezzar
Una città-stato shemitish locata sulla Incense Road tra Baalur ed Asgalun nella Shem occidentale. Il suo confine settentrionale con Baalur è il fiume Asgalun.
(Lord of the Black River)

Negari
Una città sotterranea nascosta locata nelle lande del Matamba, vicino alla Costa Nera a sud dello Zarkheba River. La città è l’ultimo avamposto della perduta Atlantis.
(Savage Sword #219, “Death’s Dark Riders” di Roy Thomas)

Neg’s, Tempio di
La casa dai muri di marmo del negromante Neg, situata sul lato di una collina vicino alla giunzione di Corinthia, Brythunia e Zamora. E’ il tempio degli “Uomini Senza Occhi”.
(Conan the Defiant)

Nehebku, Cappio di
Uno tratto d’acqua del Southern Ocean a largo della costa di Zembabwei.
(Conan and the Shaman’s Curse)

Nemedia
Il secondo più potente regno dei regni hyboriani; situato ad est di Aquilonia, sud del Regno di Confine, ovest di Brythunia e nord di Corinthia ed Ophir. La Border Range giace tra Aquilonia e Nemedia. La maggior parte dei passaggi verso Aquilonia erano situati a nordovest; mentre due passaggi a sud esistevano, di cui uno era un tratto ben difeso attraverso cui passava la Road of Kings, l’altro era il difficoltoso passaggio di Oteron, usato in passato da Conan. Nella parte finale a sud della catena si trova il Tybor Gap, una grande vallata ricca di fiumi che connette i regni di Aquilonia, Nemedia e Ophir. L’invalicabile catena delle Karpash Mountains è situata sul bordo meridionale con Ophir. La capitale, Belverus, giace nella parte occidentale del regno, sulla strada principale verso Aquilonia. Questa strada, la Road of Kings, continuava ad est verso la vicinanza del confine orientale di Nemedia, poi passava in Corinthia, dopodiché attraversava Zamora e l’Eastern Desert. Ad est ed a ovest di Belverus vi erano ricche piantagioni e frutteti. Le baronate nord-occidentali proteggevano le terre di confine tra i Border Kingdoms e Nemedia proprio come la Grande Palude Salata. Il fiume fluente a nord, lo Yellow River, marcava la spessa foresta del confine orientale tra Nemedia e Brythunia, svuotandosi poi nelle Salt Marsh. Altri due fiumi, il Rhyl e lo Urlaub, drenavano la parte interna di Nemedia, dato che senza di essi il territorio sarebbe stato virtualmente desertico e non come viene invece descritto nella Saga. La maggior parte dei fiumi nemediani hanno drenaggio nelle Salt Marsh. Nemedia era anticamente parte di Acheron e le genti delle colline nemediane si vantavano del loro sangue acheroniano. Gli invasori hybori distrussero Acheron e sembra che Nemedia divenne il primo dei regni Nemediani. Nemedia, il cui emblema era un dragone scarlatto, era soggetta a guerre intermittenti con Aquilonia per secoli, ma il suo nemico occidentale non fece mai molta strada in questi scontri. Le Cronache Nemediane hanno riferito la maggior parte della storia dell’era hyboriana, includendo la Saga di Conan. Negli anni turbolenti, successivi al regno di Conan, Nemedia fu difesa da mercenari Aesir che respinsero con successo notevoli ondate di invasori. Successivamente divenne un regno nordico, prima di essere governato dai cimmeri e da altre tribù che fuggivano dall’avanzata dei ghiacciai.
(Hyborian Age I-II, Tower of the Elephant, God in the Bowl, Queen of the Black Coast, Hour of the Dragon, Conan the Great, et alii)

Neria
Un territorio del Primal Continent.
(When Hell Laughs)

New Python
Una città in rovine locata sul plateau ad est dei “Corni di Shushtu”. La città fu costruita dai rifugiati acheroniani sulle rovine di una preistorica città di serpenti. E’ in questo luogo che furono portati tutti gli artefatti magici ed i tesori della Python originaria dopo la sua distruzione ad opera delle tribù hyboriane.
(Conan and the Treasure of Python)

Nezvaya River
Un fiume hyperboriano che corre verso sud attraverso le ricche foreste intervallate con laghi e stagni formati dai ghiacciai. Viene alimentato dalla sorgente nelle Graaskal Mountains. Poi scorre verso est ai confini zamorani e si svuota nel Vilayet Sea dopo aver attraversato la catena Kezankiana. La città turaniana di Yaralet giace sulla sua riva, ad est delle Kezankian.
(Conan the Barbarian, Hand of Nergal)

Notte, Montagne della
Una catena situata nella Khitai occidentale.
(Return of Conan)

Notte, Fiume della
Un fiume che viaggia con grande rapidità verso il continente occidentale di Mayapan. Giace ad ovest di Antilla.
(Conan the Savage #10, “The Necromancers of Na’at” di Roy Thomas)

Nightmare Swamp
Una poco salubre palude coperta da foschia situata vicino Fort Ghori in Turan. Al centro giacciono le rovine di Puhru-Shatammu.
(Marvel Graphic Novel, “Conan the Rogue” di John Buscena e Roy Thomas)

Nilo
Vedi Styx.

Nincenno
Un regno pre-Cataclisma del mondo-continente thuraniano. Si pensa fosse una terra piena di torri d’argento, di cavalieri e meraviglie di ogni genere, di decenza e di luce.
(Conan the Barbarian #124, “The Eternità War” di J.M. DeMatteis)

Ninus, Fontana di
Una sorgente giusto ad ovest della città di Shadizar, sulla Road of Kings che porta a Corinthia.
(Hall of the Dead)

Nippr
Una città-stato di Shem, sulla rotta carovaniera.
(Black Colossus)

Nithia, Città Sacra di
Anche conosciuta come “Città di Ottone di Nithia”, è un’antica città cultrice di Ibis. La città era contemporanea all’Impero Acheroniano. La città era protetta da mura di marmo bianco ed enormi cancelli di ottone, a nove giorni di viaggio dalla più vicina città. Le “Sette Fontane di Ibis” mantenevano la città verde e prosperosa, nonostante la sua posizione nel centro del Nithian Desert. Il re di Nithia discendeva dai re Atlantinei. Nel tempio dalla cupola di cristallo dedicato ad Ibis vi era la statua di un incredibilmente antico dio atlantineo, chiamato “Grim, Grey, God”. La statua era ottenuta da una perla le cui dimensioni erano il doppio di una testa umana. Quando il signore acheroniano Dhurkhan Blackblade razziò la città e pretese la statua, la magia del re la fece scomparire tra le rovine della città, in una tempesta di sabbia che durò 23 giorni. Per i successivi tremila anni la città giace quasi dimenticata, ricordata solo come la favola della “Città d’Ottone” situata dove ora giacciono i deserti della Shem orientale.
(Conan and the Grim Grey God)

Nogara, Attraversamento di
Un attraversamento del fiume Alimane. E’ il centrale di altri tre attraversamenti conducenti da Argos ad Aquilonia.
(Conan the Liberator)

Nordheim
La regione settentrionale comprendente le nazioni di Asgard e Vanaheim.
(Hyborian Age I, Queen of the Black Coast, Conan and the Treasure of Python)

North Creek
Un ruscello a nove miglia a nord di Forte Tuscelan, formante il confine settentrionale di Conajohara. Una serie di paludi giacciono oltre il torrente.
(Beyond Black River)

North Marches
Una baronata della Valusia settentrionale.
(Kull the Conqueror #4, “Night of the Red Slayers” di Roy Thomas)

North Strait
Un passaggio attraverso le Aetoliane settentrionali.
(Conan and the Red Brotherhood)

Northern Capital
Una delle due capitali di Zembabwei, presumibilmente dove i Re Gemelli spendono la maggior parte del loro tempo. Era il terminale per la carovana che attraversava il regno nero, oltre ad essere un centro commerciale. E’ l’unica città di Zembabwei ad avere relazioni con le nazioni del nord.
(Red Moon of Zembabwei)

Northlands
L’area che giace ad est di Hyperborea e nord di Turan e del Vilayet Sea. La parte meridionale dell’area è desertica, con steppe semi-aride e pochi grandi fiumi. A nord delle steppe la terra è collinosa e coperta da foreste di pini. Non ci sono fiumi principali, ma bensì molti corsi minori. Oltre le foreste ci sono le lande dei giganti della neve ed i grandi dragoni. La parte orientale dell’area si alza nelle montagne ghiacciate della hyrkania nord-occidentale.
(Conan the Champion)

Nostume, Isola di
Giacente nel Western Ocean a 10 giorni di navigazione da Messantia, l’isola è il sito di un’antica fortezza-tempio contenente il “Pozzo delle Anime”, un portale verso uno strano mondo di pazzia e potere.
(Conan the Barbarian #177, “Well of Souls” di James Owsley)

Nuadwyddon, Grande Bosco di
Un luogo sacro dei druidi pitti, centro di un culto Ligureano.
(Black Sphinx of Nebthu)

Numalia
Una grande città Nemediana ben fortificata e piena di guglie. Giacente ad est di Belverus, marcava la giunzione sulla Road of Kings e la caravana diretta sud attraverso Ophir, Koth e Khoraja.
(God in the Bowl, Conan the Great)

Numantia
Una città-stato corinthiana sede del grande tempio di Mitra.
(Conan the Bold)

Nyaro, Forte
Un forte di frontiera delle Westermarck sul bordo del territorio pitto.
(Conan at the Demon’s Gate)

Nywenthia
Una città-stato del distretto della Corinthia meridionale.
(Conan the Barbarian #157, “The Wizard” di Michael Fleisher)

Annunci

~ di Francesco Salvatore Onorio su 10 febbraio 2008.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: